29/01/2007versione stampabilestampainvia paginainvia



Le forze speciali russe si addestravano da anni sparando contro foto dello 007 avvelenato
Litvinenko prima e dopoNei giorni scorsi Scotland Yard ha concluso la sua inchiesta sul caso Litvinenko – l’ex spia russa avvelenata a Londra lo scorso 23 novembre – affermando che si tratto di un assassinio di Stato orchestrato dai servizi segreti russi. Una conferma ufficiale di quello che tutti ormai sanno: il Cremlino giudicava Alexander Litvinenko un personaggio scomodo e perciò lo ha eliminato.
Quello che sconcerta è scoprire che le truppe speciali russe si addestravano sparando contro sagome con su la foto di Litvinenko.
 
Il bersaglioBersaglio Litvinenko. Entrambe queste notizie sono state diffuse dalla stampa polacca (e rilanciate dal blog Cecenia Sos).
Il sito internet del giornale Dziennik ha pubblicato sabato un video in cui si vedevano degli Spetzanz, soldati delle forze speciali russe, impegnanti in addestramento. Dopo aver agilmente superato un percorso a ostacoli, i giovani Rambo russi dalla testa rasata estraggono la pistola dalla fondina e sparano diversi colpi contro dei bersagli sotto una tettoia: tra questi c’è una foto in bianco e nero di Alexander Litvinenko.
 
Immagini del 2002. Il video (ripreso al poligono militare Vityaz, alle porte di Mosca) risale al 25 ottobre 2002, due giorni dopo la presa di ostaggi nel teatro Dubrovka a Mosca: l’intento era mostrare come si addestravano le forze speciali russe in vista di un possibile blitz per liberare gli ostaggi.
Mironov nel poligonoIl comandnate del poligono, Sergey Iwanowicz Lysiuk, interpellato telefonicamente dai giornalisti polacchi di Dziennik ha negato che la foto fosse di Litvinenko: “Non c’era mica scritto il suo nome sotto!”, ha detto. E poi ha riagganciato.
 
Non era un mistero. Sul sito di un altro giornale polacco, la Wiadomosci Gazeta, c’è invece la fotografia di Sergey Mironov, presidente del Consiglio Federale russo e fedelissimo di Putin, in visita allo stesso poligono Vityaz. Anche in questo caso, si vede che i bersagli sono fotografie di Litvinenko. Questa foto è molto più recente del video: risale al 7 novembre 2006, poco prima dell’avvelenamento di Litvinenko. Dalle foto, trovate sempre su internet, non si capisce se lo stesso Mironov abbia o meno sparato contro quelle foto.

Enrico Piovesana

creditschi siamoscrivicicollaborasostienicipubblicità