14/12/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



L'uomo era stato arrestato dalla polizia: è morto mentre si trovava sotto custodia della polizia

Si sono intensificate negli ultimi giorni le proteste contro gli indennizzi per l'esproprio delle terre, considerati troppo bassi dai contadini cinesi, nella provincia del Guandong.

L'epicentro delle proteste è il villaggio di Wukan, dove uno dei leader delle proteste, Xue Jinbo, che era stato arrestato la settima scorsa a causa delle proteste di settembre, è deceduto mentre era ancora agli arresti.

Il Telegraph riporta che, per la prima volta, il Partito comunista cinese ha perso il controllo della situazione e i 20mila abitanti del villaggio, in aperta rivolta, hanno fatto fuggire i rappresentanti locali del partito.

La folla è scesa in piazza dopo il rifiuto da parte delle autorità locali di restituire il corpo alla famiglia.

Parole chiave: Cina, Guandong, Proteste
Categoria: Diritti, Economia
Luogo: Cina