06/12/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Prevista una riunione di emergenza con gli ambasciatori in Europa, Usa, India e Afghanistan

Il Pakistan starebbe lavorando per concordare nuove direttrici della sua politica estera. È quanto riferiscono le pagine del quotidiano The Express Tribune, secondo cui il Islamabad avrebbe richiamato i propri ambasciatori in Usa, in alcuni Paesi europei, in India e in Afghanistan per una riunione di emergenza che dovrebbe avere luogo la settimana prossima, in seguito al raid Nato del 26 novembre scorso in cui hanno perso la vita 24 soldati pakistani.

Islamabad avrebbe chiesto ai diplomatici di presentare un progetto per definire una nuova strategia di politica estera. Il vertice si occuperà principalmente dei rapporti con gli Stati Uniti e della lotta al terrorismo.

L'attacco aereo delle forze Nato sul territorio pakistano non ha fatto che acuire le tensioni tra Islamabad e Washington, già gravemente accresciute dal blitz delle forze militari statunitensi ad Abbottabad che aveva portato all'uccisione di Osama bin Laden. In risposta all'intervento del 26 novembre il Pakistan aveva già preso alcune misure, tra cui la richiesta agli Usa di abbandonare la base militare nel Baluchistan e il boicottaggio della conferenza internazionale di Bonn sull'Afghanistan

Parole chiave: pakistan esteri raid usa
Categoria: Politica
Luogo: Pakistan