18/11/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Intanto il partito di Aung San Suu Kyi torna nella legalità

Il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, si recherà in visita in Myanmar in risposta ai diversi segni di cambiamento arrivati dal regime. Lo ha annunciato il presidente Barack Obama intervenendo al summit dell'East Asia a Bali. "Dopo anni di buio abbiamo visto alcuni bagliori di progresso nelle ultime settimane", ha detto il presidente statunitense , riferendosi al rilascio di circa 200 prigionieri politici e alleggerimento delle restrizioni imposte ai media. "Noi vogliamo cogliere quella che potrebbe essere un'opportunità storica di progresso", ha detto ancora Obama.

Intanto la maggioranza dei delegati della Lega Nazionale per la Democrazia (Lnd), il principale partito dell'opposizione birmana guidato da Aung San Suu Kyi, si sono espressi oggi a favore di una nuova registrazione ufficiale del partito, un anno e mezzo dopo che il regime lo aveva disciolto. Lo ha annunciato un portavoce. L'annuncio ufficiale della decisione della Lega Nazionale per la Democrazia (Lnd) è atteso in giornata.

Parole chiave: clinton, obama, Usa, birmania, Aung San Suu Kyi
Categoria: Diritti, Politica, Popoli
Luogo: Myanmar