04/11/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Il nubifragio durerà almeno fino a domenica. La cittadinanza cerca riparo tra gli edifici più alti

"Una tragedia imprevedibile". Il sindaco di Genova Marta Vincenzi non crede che si possano addossare colpe all'amministrazione per quanto sta accadendo in città. Da stamattina, il nubifragio che si è abbattuto sulla città della Lanterna ha già ucciso sette persone, fra cui anche tre bambini. E la pioggia, a quanto dicono le previsioni, non smetterà di cadere almeno fino a domenica. L'intensità delle precipitazioni raggiungerà il suo apice nel fine settimana.

I corpi delle vittime sono stati recuperati in via Fareggiano, al quartiere Kuezzi. Cinque di loro stavano al condominio del civico due. Stavano cercando rifugio al primo piano del palazzo, ma la piena li ha raggiunti prima che riuscissero a salire le scale. Un'anziana signora, invece, è stata investita da un'onda in mezzo alla strada, rimanendo poi schiacciata sotto un'automobile.

Tutti i corsi d'acqua cittadini sono esondati, rendendo inagibile anche la stazione di Brignole. La Protezione civile ha disposto un treno per accogliere chi sta nella zona. "Da ponte Fleming fino alla Foce, chiudere tutti i negozi e locali ai pian terreno e interrati- hanno screitto in un comunicato le istituzioni cittadine-. La gente salga ai piani alti".

Intanto, dalle regioni limitrofe stanno arrivando in Liguria nuove squadre di soccorso. Sul sito del Comune di Genova si ammette che la situazione è "gravissima" e si indica il numero verde 800-177797 per ulteriori informazioni.

 

Parole chiave: maltempo, nubifragio, genova
Categoria: Ambiente
Luogo: Italia