03/11/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Venizelos contrario alla consultazione, Papandreou difende la sua decisione

Il ministro delle Finanze greco, Evangelos Venizelos, ha affermato la propria contrarietà al referendum sul debito e sulla permanenza nell'euro proposto dal premier George Papandreou. "Il posto della Grecia nell'euro", ha affermato Venizelos al rientro dai negoziati avuti al G20, è una conquista storica del popolo greco che non può essere messa in discussione". Secondo Papandreou, il popolo greco prenderà la decisione giusta perchè il Paese resti nell'eurozona, "Credo che il popolo greco abbia la saggezza e la conoscenza per prendere le decisioni corrette che garantiscano la permanenza del paese nell'eurozona", sottolinea una dichiarazione diffusa ad Atene dal capo del governo ellenico. In precedenza da Cannes dove è arrivato ieri per il G20, Papandreou aveva indicato che il referendum si terrà "probabilmente" il 4 dicembre.

Parole chiave: papandreou, grecia, crisi
Categoria: Economia
Luogo: Grecia