17/10/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Lo ha dichiarato il vicepresidente kosovaro Edita Tahiri: 'La Serbia è di fronte a un bivio'

Pristina ritiene possibile la ripresa del dialogo con Belgrado all'inizio di novembre. Lo ha annunciato il vicepremier kosovaro Edita Tahiri, capo negoziatore nella trattativa con la parte serba: "A novembre ci sarà un nuovo round di colloqui", ha detto.

Anche l'Unione europea lavora ai fianchi il governo di Belgrado che secondo Pristina si trova ormai al bivio: "Deve decidere - ha aggiunto Tahiri - se proseguire o meno sulla strada che porta in Europa".

I negoziati tra Serbia e Kosovo sono sospesi dal 27 settembre, giorno in cui sono cominciati gli scontri nei posti di frontiera di Jarinje e Brnjak. A fronteggiarsi, c'erano poliziotti e doganieri kosovari albanesi contro la popolazione serba, in maggioranza nella parte nord del Kosovo.

 

Parole chiave: serbia, unione europea, dogana
Categoria: Guerra, Pace, Economia
Luogo: Kosovo