17/10/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Un rapporto della Caritas insieme alla Fondazione Zancan rivela un incremento dei poveri tra le famiglie italiane

In Italia aumentano i poveri. Il dato emerge dal rapporto presentato dalla Caritas Italiana e dalla Fondazione Zancan intitolato: "Poveri di diritti". Negli ultimi quattro anni (2007-2010), le richieste d'aiuto ai Centri di Ascolto delle Caritas Diocesane sono salite dell'80,8%.

Uno dei dati più preoccupanti è l'incremento dei "nuovi poveri", così come sono stati definiti dal segretario generale della Cei, Mariano Crociata.

Sono soprattutto famiglie, coinvolte come nucleo, ad aver fatto accrescere la stima delle cifre. Soggetti normalmente estranei al fenomeno e che sono invece stati colpiti con il colasso finanziario della crisi. I numeri parlano di un più 42,5% per gli italiani, mentre per gli stranieri si è avuto un aumento del 13,9%.

Le necessità di carattere primario, come casa, cibo e sanità, divetano elementi di prima urgenza tra le persone, mentre sono in calo le problematiche per questioni psicologico mentali, che passano dal 25 al 18,1%.

Sempre di più sono anche i giovani che fanno riferimento a queste associazioni, travolti dalla disoccupazione e dal precariato. Ma la categoria più colpita è sempre quella degli stranieri, che nel totale conta il 70% delle richieste che vengono fatte a questi centri.

Parole chiave: Italia, povertà, crisi, Caritas
Categoria: Diritti, Risorse, Economia
Luogo: Italia