07/10/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Polemica la comunità degli italiani d'origine: "È un'offesa allo Stato italiano"

È polemica in Argentina per la curiosa iniziativa di un imprenditore locale che ha aperto un bordello di lusso nella città di Rosario, a nord della capitale Buenos Aires.

A incuriosire è il nome del locale: Palazzo Berlusconi. Un riferimento esplicito al Primo ministro italiano e agli scandali a sfondo sessuale per i quali il premier è finito sui giornali di tutto il mondo.

La popolazione di origine italiana che vive in Argentina, però, non l'ha presa bene. Antonio Bruzzese, presidente della sede argentina del Confederazione degli artigiani, ha scritto una lettera al console italiano e al sindaco di Rosario, denunciando "l'utilizzo del nome di una delle massime cariche dello Stato Italiano", riportata dal sito emigrazione-notizie.org.

Non una difesa del premier, scrive Bruzzone, "perché il tema trascende la persona e ridicolizza il Paese che (Berlusconi) rappresenta al di là della sua gestione del governo".

Categoria: Costume, Media
Luogo: Argentina