05/10/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Il premier russo sogna di costruire un organismo internazionale che sia ponte tra Asia e Europa, a metà tra Unione sovietica e Unione europea

Vladimir Putin sogna una nuova "Unione euroasiatica". Lo ha scritto ieri in un articolo pubblicato dal quotidiano Izvestia, in cui il premier russo spiega che nel suo disegno l'unione tra Federazione russa, Bielorussia e Kazakistan deve ampliarsi fino a comprendere Kirghizistan e Tagikistan. E diventare così un nuovo ponte tra "tra l'Europa e la dinamica regione Asia-Pacifico".

Ambizioni da nuova Unione sovietica a cui Putin ha aggiunto lo spirito liberista che contraddistingue il mercato all'interno dell'Unione europea: "L'unione doganale e lo spazio economico comune devono espandersi sempre di più", ha scritto il primo ministro di Mosca.

L'articolo è uscito dopo che a fine settembre Putin aveva annunciato una sua candidatura alla presidenziali del marzo 2012. Una corsa elettorale che probabilmente finirà con la sua vittoria.