23/09/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Il leader dell'opposizione ha preso il 43 percento dei voti contro il 36 del presidente uscente, Rupiah Banda. La corsa elettorale è stata caratterizzata da scontri e forti tensioni

 

Lo Zambia ha un nuovo presidente: Michael Sata, il leader dell’opposizione del Patriotic front (Pf) ha vinto la tornata elettorale con il 43 percento dei voti. Ruphia Banda, il presidente uscente del Movimento per la democrazia multipartitica (Mmd) non va oltre il 36,1. Micheale Sata ha condotto una campagna elettorale dai toni populisti, fatta di grandi promesse come “un accesso all’acqua pulita garantito per tutti”. Sulla corsa elettorale ha inciso molto l’ingresso di capitali stranieri nel Paese registrato durante il mandato di Banda. L’accusa che gli è stata rivolta da Sata è di aver svenduto lo Zambia, soprattutto agli investitori di Pechino.

Il numero dei votanti è stato basso anche perché in molti hanno lasciato i grossi centri abitati, nel timore dello scoppio di violenze tra le due diverse fazioni. Le regioni più agitate sono quelle settentrionale, il cuore minerario del Paese, dove il 22 settembre si è scatenata una sassaiola tra manifestanti antigovernativi e polizia.

 

Parole chiave: cina, elezioni, miniere
Categoria: Politica
Luogo: Zambia