29/07/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Un pulmino con a bordo donne e bambini è saltato in aria per una bomba collocata sul bordo della strada. Per la popolazione civile, gli ultimi sei mesi sono stati i peggiori dall'inizio della guerra

Un pulmino a bordo del quale viaggiavano civili è saltato in aria a causa di una bomba collocata sul ciglio della strada, nell'Helmand, in Afghanistan. Diciotto persone, molte delle quali donne e bambini, hanno perso la vita. Lo riferisce l'agenzia di stampa cinese Xinhua.

L'ordigno era stato piazzato sulla strada che conduce al bazar di Nahri Sarraj, intorno alle 8 di questa mattina, ora locale. Il mezzo probabilmente procedeva in direzione della capitale del distretto, Lashkar Gah.

Secondo quanto riferisce la Bbc, questo tipo di attentati, generalmente opera dei talebani, ha già seminato morte e colpito pesantemente la popolazione civile.

I primi sei mesi dell'anno sono stati i peggiori dall'inizio della guerra nel 2001; tra le bombe dei talebani e quelle della Nato, tra gennaio e giugno 1462 civili hanno perso la vita, il 15 per cento in più rispetto ai morti registrati nello stesso periodo dell'anno precedente.

 

 

 

Categoria: Diritti, Guerra, Profughi
Luogo: Afghanistan