11/07/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Il leader del Cremlino Dmitri Medvedev ha proclamato una giornata di lutto nazionale e ha ordinato un'ispezione generale

La nave da crociera 'Bulgaria' affondata ieri nel Volga sarebbe stata priva di licenza di navigazione e sovraccarica.
Il vascello, costruito nel 1950, durante il naufragio avrebbe avuto a bordo 208 passeggeri contro i 140 consentiti.

Il presidente russo Dmitri Medvedev ha proclamato per domani una giornata di lutto nazionale in tutta la Russia che ha tristemente appreso, attraverso le parole del ministro delle Situazioni di emergenza Serghiei Shoigu che "dopo le immersioni dei sommozzatori, non c'è praticamente alcuna speranza di trovare sopravvissuti".

Medvedev ha poi ordinato una ispezione generale di tutti i mezzi di trasporto pubblico e ha assicurato che in futuro questi "ferri arrugginiti" non dovranno più essere usati nelle acque russe.

Intanto la Protezione civile ha dato il triste annuncio che sono stati recuperati 41 cadaveri; di questi 28 sono di donne, dieci di uomini, tre di bambini.

Parole chiave: Dmitri Medvedev, Volga, Russia
Categoria: Politica
Luogo: Russia