22/06/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Adesso si attendono le misure di austerity

Con 155 voti a favore e 143 contrari, il nuovo governo del premier greco Ghiorgos Papandreou ha superato il voto di fiducia la notte scorsa in parlamento.

La fiducia al governo apre la strada all'adozione del piano di austerity che Fmi e Ue impongono ad Atene per concedere prestiti.
"Se abbiamo pura - aveva dichiarato Papandreou prima del voto - se ci lasciamo sfuggire questa opportunità, la storia ci giudicherà severamente".

Oltre 20mila manifestanti ostili alle misure volute dal governo hanno manifestato davanti al parlamento durante il voto. Riunita in piazza Syntagma la folla si è allontanata dopo la conclusione del voto, anche se la polizia antisommossa ha caricato con i gas lacrimogeni un gruppo di manifestanti che intendeva continuare la protesta.

Il voto di fiducia era il primo dei tre test che il governo deve superare: entro martedì prossimo dovrà essere adottata nel suo insieme la manovra di risparmio da 28 miliardi di euro per i prossimi cinque anni concordata con l'Ue e il Fmi. Le leggi di attuazione di queste misure dovranno quindi essere approvate prima di un Eurogruppo straordinario del 3 luglio.

Parole chiave: Papandreou, crisi, austerity
Categoria: Diritti, Risorse, Politica, Popoli, Economia
Luogo: Grecia