10/06/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Continuano i raid sulla capitale libica. La residenza del Colonnello nel mirino degli aerei Nato,

Tre forti deflagrazioni hanno fatto tremare verso la mezzanotte scorsa il centro della capitale libica, seguite da altre più lontane. Negli ultimi due giorni Tripoli è stata colpita dai più intensi attacchi della Nato - che si intensificano sempre di più - dall'inizio dell'intervento militare in Libia il 19 marzo scorso. Nella sola giornata di martedì più di 60 bombe sono state sganciate sulla città, causando - secondo il portavoce del regime libico Mussa Ibrahim - 31 morti e decine di feriti. I bombardamenti, ha aggiunto il portavoce, hanno preso di mira soprattutto la residenza bunker di Muammar Gheddafi di Bab al Aziziya. Secondo fonti della Nato, citate dalla Cnn, il Colonnello sarebbe da considerarsi - in base alla Risoluzione 1973 - un obiettivo legittimo.

Categoria: Guerra
Luogo: Libia