25/05/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



L'azienda dei trasporti pubblici comunale lo ha deciso in seguito alle proteste degli utenti di lingua fiamminga, che contestavano la trasmissione di soli brani francesi

Bruxelles bandisce la musica francese e fiamminga dalle stazioni della metropolitana: l'azienda dei trasporti pubblici comunale (Stib) ha proibito infatti la trasmissione di canzoni nelle due lingue ufficiali del Paese. Si tratta di un provvedimento che fa seguito ad alcune proteste da parte degli utenti di lingua fiamminga, che contestavano la diffusione di testi francesi ma non nel proprio idioma.

La vicenda ha avuto inizio a febbraio, quando la Stib ha deciso di diffondere nelle sue sessantanove stazioni i successi delle hit-parade internazionali. Ad aprile si è deciso di ampliare il repertorio, introducendo anche qualche brano di musica leggera in francese. Immediate le proteste degli utenti di lingua fiamminga, che reclamavano la diffusione di canzoni nel proprio idioma. Da lì la decisione di abolire entrambe le lingue.

In merito all'accaduto, e alla scelta iniziale di trasmettere solo brani in francese, il portavoce della Stib ha commentato: "Questo è successo perché le canzoni in fiammingo non sono mai entrate a fa parte delle graduatorie internazionali".

 

Parole chiave: Metropolitana, canzoni, francese, fiammingo
Categoria: Politica, Popoli
Luogo: Belgio