20/05/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Il Segretario di Stato Usa conferma anche la defezione del ministro del Petrolio

Il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, ha confermato che la moglie e la figlia di Muammar Gheddafi si sono rifugiate in Tunisia. "La pressione sul regime di Gheddafi è aumentata al punto che la moglie e la figlia del Colonnello sono scappate attraverso il confine con la Tunisia negli ultimi due giorni. E vi è stata anche la defezione del ministro del Petrolio", ha affermato il capo della diplomazia Usa in un'intervista alla Cbs. La Clinton ha anche chiesto a Tripoli di "liberare immediatamente tutti i cittadini Usa e gli altri detenuti ingiustamente". Giovedì sera il portavoce del regime di Tripoli, Mussa Ibrahim, aveva smentito che Safia Farkash, seconda moglie di Gheddafi, e Aisha, unica figlia femmina, si trovassero in Tunisia, affermando che entrambe sono invece a Tripoli. Ibrahim aveva anche negato che il ministro del Petrolio, Chokri Ghanem, avesse abbandonato il Colonnello, precisando che l'esponente governativo era stato in missione in Europa per poi giungere in Tunisia. Mercoledì il portavoce del Consiglio dei ribelli di Bengasi aveva invece annunciato la defezione di Ghanem, rivelando che si trovava a Vienna.

Parole chiave: aisha gheddafi, libia
Luogo: Libia