11/05/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



La sede dell'Unione avrà il compito di assistere e supportare la società civile e il Cnt libico

L'Unione europea ha in programma di aprire un proprio ufficio a Bengasi - al momento controllata dagli insorti libici - per migliorare il flusso di aiuti umanitari che arrivano in città. La notizia è stata resa nota dall'Alto rappresentante Ue per gli Esteri, Catherine Ashton, nel corso di un dibattito al Parlamento europeo sulle linee di politica estera dell'Unione.

L'ufficio avrà il compito di supportare la società civile e il Cnt libico, sottoposti agli attacchi quotidiani delle truppe fedeli a Muammar Gheddafi. Parlando di quest'ultimo, Catherine Ashton ha commentato: "Gheddafi deve lasciare il potere", guadagnandosi gli applausi dei deputati presenti. La rappresentante Esteri Ue ha poi sottolineato l'importanza di un intervento dell'Unione per aiutare i ribelli a sviluppare il sistema sanitario, quello scolastico e la sicurezza lungo i confini.

Alcuni membri del Parlamento europeo, inoltre, hanno sollecitato un maggior impegno dell'Ue nel supportare i movimenti pro-democrazia che stanno cercando di imporsi in Nord Africa e in Medio Oriente.

Parole chiave: Catherine Ashton, Cnt libico, ufficio Ue
Categoria: Guerra, Politica, Popoli
Luogo: Libia