02/05/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



L'ex presidente pakistano si lamenta per la violazione del suo Paese nell'operazione statunitense:"Spettava alle truppe pakistane"

L'ex presidente del Pakistan, Pervez Musharraf, ha espresso oggi la sua disapprovazione in merito all'operazione degli Usa che ha portato all'uccisione di Osama Bin Laden in quanto avrebbe "violato la sovranità" del suo Paese. Parlando alla Bbc, Musharraf, pur considerando "positivo" quanto accaduto, si è detto convinto che "l'azione doveva essere compiuta dalle truppe pakistane", aggiungendo di aspettarsi delusione e malcontento da parte del suo popolo.

L'ex capo pakistano ha poi voluto ricordare le "decine" di operazioni militari, condotte dal Pakistan, durante le quali sono stati catturati importanti rappresentanti di al-Qaeda, "da Kalid Sheikh Mohammed in giù". "Pur utilizzando i sistemi di intelligence americana, perché sono migliori, l'azione è sempre stata compiuta dalle nostre forze di sicurezza" ha aggiunto Musharraf.

Parole chiave: Bin Laden, Pervez Musharraf, Pakistan
Categoria: Politica, Popoli
Luogo: Pakistan