29/04/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Combattimenti tra esercito tunisino e forze fedeli a Gheddafi. Le autorità tunisine:"Non tollereremo violazioni della linea rossa"

Secondo quanto riferisce la tv araba al Jazira, le autorità tunisine hanno convocato oggi l'ambasciatore libico, in seguito agli scontri avvenuti ieri lungo la frontiera comune dei due Paesi, nei quali sarebbe morta anche una giovane donna.

In particolare la città di confine di Dehiba è stata teatro di violenti combattimenti tra gruppi dell'esercito tunisino e forze fedeli al colonnello Muammar Gheddafi, esplosi dopo che i ribelli hanno perso il controllo del posto di frontiera Wazin.

"Abbiamo consegnato una protesta al rappresentante della Libia perché non tollereremo altre violazioni della linea rossa, una demarcazione sul territorio tunisino che nessuno è autorizzato a valicare", ha affermato da Tunisi il vice ministro degli Esteri Radhouane Nouicer.

 

Parole chiave: Libia, Muammar Gheddafi, scontri, Tunisia
Categoria: Diritti, Guerra, Pace, Popoli
Luogo: Libia