20/04/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Da fonti locali sembra che stessero progettando un attacco suicida nel sud del Paese. Possibili infiltrazioni di talebani nei ranghi di esercito e polizia

La polizia di Kandahar, nell'Afghanistan meridionale, ha arrestato durante la notte un afgano e un pachistano, trovati in possesso di sei uniformi dell'Isaf - la forza militare Nato che opera nell'area - e di sei giubbotti esplosivi di quelli utilizzati dai kamikaze talebani. La notizia è stata riferita da Abdul Razaq, il comandante della Polizia di frontiera della provincia di Kandahar. L'arresto è avvenuto nel distretto di Spin Boldak. "Informazioni preliminari riguardanti questa operazione - ha dichiarato Razaq - indicano che i due volevano utilizzare questo materiale per un attacco suicida a Tarinkot", capoluogo della provincia meridionale di Uruzgan. Una vicenda che preoccupa gli analisti, per i quali i talebani organizzerebbero i loro attacchi facendo largo uso di uniformi della polizia, dell'esercito afghano e dell'Isaf, così da superare più agevolmente i controlli. Sussiste dunque il pericolo - segnalato dai vertici militari afghani e da quelli della Coalizione internazionale - che nei mesi scorsi i talebani si siano infiltrati nei ranghi di esercito e polizia, in attesa di mettere in atto i prossimi attentati. 

Parole chiave: talebani
Categoria: Guerra
Luogo: Afghanistan