21/03/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



La frontiera tra i due Stati verrà ora sorvegliata dalle unità di polizia kosovara

Si è concluso il ritiro dal confine tra Kosovo e Macedonia dei soldati della Kfor, la Forza della Nato presente in Kosovo dal 1999. L'area verrà ora sorvegliata dalle unità di polizia kosovara. L'evento è stato celebrato nel corso di una cerimonia, che ha visto la partecipazione del comandante della Kfor, il generale Erhard Buehler, e di alcuni membri del governo kosovaro e di Eulex (la missione europea del Paese).

Il trasferimento di poteri alla polizia locale lungo il confine fra Kosovo e Macedonia era già iniziato nelle scorse settimane. Secondo quanto riferito dal generale Buehler, anche la frontiera fra Kosovo e Montenegro passerà sotto la sorveglianza della polizia di Pristina, mentre quella con la Serbia resterà per ora di competenza della Kfor.

Nel 1999, all'arrivo del contingente Nato in Kosovo (dopo la guerra con la Serbia), si contavano più di quarantamila soldati della Kfor nell'area. Oggi il loro numero è sceso a 5.500 unità.