23/02/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Le manifestazioni a causa della riduzione di energia elettrica in alcune aree per reindirizzarla verso la capitale in occasione del compleanno del Caro leader

Una fonte anonima nordcoreana ha informato il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo che lo scorso 14 febbraio, due giorni prima del compleanno del leader Kim Jong-il, gruppi di cittadini hanno protestato apertamente in tre città del Paese: Jongju, Yongchon e Sonchon. Le manifestazioni sarebbero state causate dalla decisione del regime di limitare la fornitura elettrica, già scarsa, alle tre cittadine della provincia di Pyongan per dirottare l'elettricità verso la capitale Pyongyang che è stata illuminata a giorno durante i festeggiamenti del settantesimo complenno del leader.

Le dimostrazioni sono il segno di una situazione di estremo disagio nella provincia: la riduzione di fornitura elettrica si somma al notevole rialzo del prezzo del riso che ha ridotto pesantemente la capacità di sostentamento delle famiglie.

La modalità di partecipazione e svolgimento delle manifestazioni è stata del tutto singolare per l'area nordcoreana: la protesta ha preso via da un gruppo sparuto di persone a cui, con il passare del tempo, se ne sono aggiunte altre. Il dipartimento per la Sicurezza di stato non è riuscito ad individuare i responsabili degli eventi perché, per la prima volta, i cittadini si sono coperti l'uno con l'altro.

 

Parole chiave: proteste, regime, inflazione
Categoria: Diritti, Risorse
Luogo: Corea del Nord