08/02/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



In un video recapitato al sito d'informazione KavkazCenter, l'emiro del Caucaso rivendica l'attentato e ne preannuncia altri

Nella serata di ieri il sito di informazione del Caucaso, KavkazCenter ha ricevuto tramite email una dichiarazione video con cui "l'Emiro Dokku Abu Usman" (Doku Umarov, all'anagrafe russa) ha rivendicato l'attentato suicida del 24 gennaio all'aeroporto Domodedovo di Mosca. Stando al contenuto del video, Umarov ha registrato la sua dichiarazione il giorno stesso dell'attentato che ha provocato 36 morti e almeno 180 feriti. "Questa operazione speciale è stata condotta su mio ordine - ha detto Umarov in russo - e, se Dio vorrà, speciali operazioni di questo tipo continueranno a essere realizzate". Umarov ha affermato che l'attentato è stato deciso "per vendicare i crimini russi nel Caucaso", spiegando che lui e i suoi uomini stanno conducendo una guerra santa nel Caucaso per stabilire il regno di Allah. Umarov, che al momento è l'uomo più ricercato della Russia, aveva già rivendicato l'attentato suicida di marzo dell'anno scorso nella metropolitana di Mosca che causò 39 morti.

Categoria: Guerra, Armi
Luogo: Russia