04/02/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



La protesta contro il governo, promossa da alcuni marocchini, è una risposta alla manifestazione pro-regime indetta per il 20 febbraio

Alcuni gruppi giovanili marocchini hanno esortato la popolazione, attraverso il social network Facebook, a scendere in piazza il 20 febbraio prossimo per esprimere il proprio dissenso contro il governo, alla stregua dei proteste scoppiate in Egitto.

Come si legge sul sito "Hespress", la proposta è stata pensata come contromisura alla manifestazione promossa su Facebook e prevista sempre per domenica 20 febbraio,  a sostegno del regime di Rabat. Le autorità politiche marocchine hanno dato il proprio beneplacito ad entrambi le manifestazioni. Difatti, come ha spiegato Khaled al-Nasiri, ministro delle Telecomunicazioni del paese: "Intendiamo rassicurare quanti stanno diffondendo via Internet un appello a manifestare. Per noi si tratta di qualcosa di normale, che fa parte della vita democratica del Marocco. Siamo abituati al fatto che nel paese possano nascere iniziative di questo tipo e siamo aperti da anni alla libertà di opinione e di espressione".

Parole chiave: proteste, facebook, Khaled al-Nasiri, Rabat
Categoria: Diritti, Politica
Luogo: Marocco