26/01/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



La formazione armata č stata accusata di aver collocato una bomba nel commissariato di Horqueta. L'esplosione ha ferito quattro agenti

Il ministro dell'Interno paraguayano, Rafael Filizzola, ha dichiarato martedì scorso che la formazione ribelle dell'Esercito del Popolo Paraguayano (Epp) rappresenta una minaccia per la sicurezza interna del paese.

Il gruppo armato è stato accusato di aver collocato un ordigno nella questura della città di Horqueta. In seguito alla detonazione, sono rimasti feriti quattro agenti. Paventando il timore di nuovi attentati, Filozzolla ha commentato la vicenda affermando che l'Epp è un'organizzazione composta da unità ben addestrate, capaci di "fabbricare bombe ed esplosivi atigianali". Secondo il ministro, non si possono escludere legami fra il contingente ribelle e il narcotraffico. Difatti, alcuni leader del gruppo armato possiedono coltivazioni di marijuana e risiedono nella regione nordorientale del paese, zona di passaggio della cocaina proveniente da Colombia, Perù e Bolivia.

Nell'aprile del 2009, l'Epp aveva posizionato un ordigno nella sede del Potere Giudiziario, mentre un'altra bomba era stata fatta esplodere in un camioncino sequestrato, ferendo due poliziotti.