04/01/2011versione stampabilestampainvia paginainvia



Gli elettori sudanesi sono chiamati alle urne per scegliere sull'eventuale secessione del sud dal nord del paese

Omar al-Bashir, presidente sudanese è atteso martedì a Juba, capitale della regione meridionale del Paese, dove incontrerà il suo presidente Salva Kiir, a pochi giorni dalle consultazioni referendarie che sanciranno l'eventuale secessione del sud dal nord.

All'inizio del nuovo anno, Omar al-Bashir aveva rassicurato la popolazione ribadendo la sua volontà ad accettare il risultato delle votazioni, anche se l'elettorato dovesse scegliere a favore della separazione. Rispondendo alle preoccupazioni della comunità internazionale, che teme un riesplodere delle violenze in seguito al referendum, il presidente da Khartoum aveva aggiunto: "la pace è il nostro obiettivo finale nelle nostre relazioni con i fratelli del sud, anche se sceglieranno un percorso diverso da quello dell'unità".

Le consultazioni sono previste per il 9 gennaio e quasi quattro milioni di sudanesi del sud si sono registrati per il voto.

Parole chiave: omar al-bashir, referendum
Categoria: Elezioni, Politica
Luogo: Sudan