30/12/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



La denuncia proviene dal nuovo rappresentante del presidente Ouattara al Palazzo di Vetro

Youssouf Bamba, il nuovo ambasciatore della Costa d'Avorio alle Nazioni Unite, designato dal presidente Alassane Ouattara, ha lanciato l'allarme: ''Il mio paese è sull'orlo del genocidio''.

Bamba ha ricordato che nelle violenze seguite al ballottaggio delle presidenziali di fine novembre tra Ouattara e l'uscente Laurent Gbagbo, che non riconosce la vittoria del suo rivale, sono morte 172 persone e che le violenze non cessano.

''La situazione è molto grave - ha dichiarato il neo rappresentante di Ouattara al Palazzo di Vetro - al punto che molte abitazioni sono state marchiate a seconda dell'appartenenza tribale: cosa potrà succedere ora? Bisogna fare subito qualcosa''.

Parole chiave: Costa d'Avorio
Categoria: Elezioni
Luogo: Costa d'Avorio