27/12/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Dal 17 dicembre nelle città tunisine sono molti i cortei di protesta dei disoccupati. Un diciottene è rimasto ucciso negli scontri con la polizia

E' attesa per oggi una manifestazione dei disoccupati a Tunisi, che sfileranno per le vie della città in segno di protesta contro la mancanza di posti di lavoro.
Il corteo di solidarietà per le persone senza lavoro è stato promosso dall'unione dei sindacati tunisini dopo gli scontri dei giorni scorsi a Sidi Bou Zid e in altre città del Paese tra disoccupati e polizia.
Secondo la tv araba Al Jazeera a nove giorni dalla prima manifestazione dei disoccupati organizzata a Sidi Bou Zid, la protesta si è allargata anche ad altre aree del Paese come Sfax, Sousse e Qairaouane e oggi arriverà fino alla capitale. Le tensioni sociali sono scoppiate in seguito al tentato suicidio, avvenuto il 17 dicembre, di un giovane ambulante a cui la polizia aveva confiscato la merce perché non aveva le necessarie licenze.
Ieri, un'altra protesta è stata organizzata a Qairaouane, a sud di Tunisi, dove la polizia ha disperso i manifestanti.
Tra le persone ferite c'è anche un sindacalista ora ricoverato in ospedale. Infine, tre giorni fa un diciottenne è stato ucciso da un agente di polizia durante una manifestazione nella cittadella di Menzel Bouzayane, nella Tunisia centrale, dopo una carica delle forze armate.

Parole chiave: Tunisia, scontri con polizia, disoccupati
Categoria: Diritti, Pace
Luogo: Tunisia