26/11/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Non si ferma la protesta di docenti, studenti e personale amminsitrativo

Continua la protesta di studenti e docenti al Politecnico di Torino. Massimo Zucchetti, professore ordinario dell'ateneo, contattato da PeaceReporter, ha raccontato i recenti sviluppi: "Gli studenti sono passati dalla protesta all'azione propositiva, si sono divisi in gruppetti e hanno fatto il giro delle aule, chiedendo di poter interrompere dieci minuti le lezioni per spiegare cosa stava succedendo. Molti studenti infatti non conoscevano esattamente le ragioni dell'occupazione. La giornata più decisiva sarà quella di martedì, quando riprenderà la discussione del decreto. Tra le iniziative per rendere più mediatica l'occupazione ci sarà un concerto, al quale, dicono, dovrebbero partecipare i Subsonica. Come i Beatles e gli U2, la band torinese potrebbe esibirsi sul tetto. Gli studenti li hanno contattati e loro pare abbiano risposto di sì. Anche la facoltà di Architettura ha rischiato di essere occupata, ma forse si dovrà attendere lunedì o martedì. L'occupazione continuerà stanotte al Politecnico, e nel fine-settimana, e dopo una breve sosta a casa stasera, domani e dopo dovrei esserci anch'io. Nell'aula occupata rimarranno stanotte alcune decine di persone. Il pro-rettore ieri, rispondendo a una richiesta degli studenti, aveva detto che non avrebbe potuto chiudere il Politecnico, perchè sarebbe stata interruzione di pubblico servizio. La 'concessione' di due ore lunedì e due martedì per assemblea è stata presa come una provocazione, pertanto gli studenti hanno respinto la proposta continuando l'occupazione. I ricercatori hanno anche cercato di coinvolgere l'ambiente culturale torinese, chiedendo e incassando l'appoggio dei musicisti del Teatro Regio, anche se l'intellighenzia torinese sta ancora latitando".

Parole chiave: politecnico, torino, zucchetti
Categoria: Diritti
Luogo: Italia