11/11/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Si tratta di un omicidio e di un pestaggio di due cronisti nel 2000 e nel 2008

Le aggressioni subite da due giornalisti in Russia nel 2000 e nel 2008, una delle quali mortali, saranno oggetto delle indagini dalla commissione d'inchiesta dell'ufficio del procuratore generale. Lo ha reso noto oggi il portavoce della commissione Vladimir Markin.

Si tratta delle aggressioni a Igor Domnikov, giornalista di Novaya Gazeta, ucciso a colpi di martello nel maggio del 2000 e a Mikhail Beketov, direttore del quotidiano di opposizione Khimkinskaya Pravda (La verità di Khimki), aggredito nel novembre del 2008 e che ha subito l'amputazione di una gamba a causa delle ferite riportate. Entrambi i casi sono rimasti irrisoltiAlexander Bastrykin, capo della commissione d'inchiesta, ha ordinato la riapertura delle indagini sull'aggressione di Beketov mentre per quanto riguarda l'omicidio di Domnikov, la commissione ha disposto che le indagini relative ai mandanti siano affidate al dipartimento di investigazione per ulteriori approfondimenti.

Categoria: Diritti, Politica, Media
Luogo: Russia