11/11/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



E' stato impedito loro l'imbarco verso Laayoune

Giornalisti internazionali sono stati bloccati all'aeroporto di Casablanca ed è stato loro impedito di raggiungere Laayoune, alla cui periferia l'esercito ha smantellato un accampamento sahrawi. Il bilancio definitivo del Fronte Polisario sull'attacco dei militari è di diciannove morti, 723 feriti e 159 scomparsi tra i civili sahrawi. Dall'altro fronte si lamentano undici morti fra gli agenti.

Secondo la denuncia di Reporter Sans Frontières sarebbero una decina i corrispondenti stranieri fermati all'imbarco del volo della Royal Air Marocco. "La stampa internazionale che si interessa alla questione del Sahara Occidentale è nel mirino delle autorità marocchine", lamenta l'organizzazione internazionale.

Fa discutere inoltre il fatto che il Marocco abbia firmato con l'Unione Europea l'accordo euromediterraneo per la liberalizzazione dello spazio aereo nel dicembre 2006, i cui termini avrebbero dovuto diventare effettivi proprio entro quest'anno.

Il Comitato per la Protezione dei Giornalisti (Cpj) si è unito a Rsf denunciando "il clima di crescente ostilità nel Marocco verso i giornalisti spagnoli". Secondo Cpj due giornalisti spagnoli e un americano sono stati recentemente aggrediti a Casablanca.