02/11/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Dopo la contestata visita di Medvedev nell'arcipelago conteso da entrambi i Paesi

Il ministro giapponese degli Affari Esteri, Seij Maehar, ha annunciato di aver chiesto al suo ambasciatore a Mosca di rientrare in Giappone, dopo la contestata visita del presidente russo, Dmitry Medvedev, su una delle isole Curili rivendicate da Tokyo; una visita che già lunedi' era stata definita dai giapponesi "molto deplorevole" e aveva fatto risalire la tensione tra i due Paesi. Le Curili furono cedute al Giappone dalla Russia nel 1857 in cambio dell'isola di Sachalin. L'Urss tornò a reclamarle alla fine della Seconda guerra mondiale in occasione del Trattato di San Francisco. Il Giappone rivendica le quattro isole meridionali che Tokyo chiama "i territori settentrionali". Ma la Russia su quelle isole dal clima inospitale ha importanti basi navali, aeree e per i sottomarini.

Parole chiave: curili, giappone
Categoria: Politica
Luogo: Giappone