28/10/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



I 17 elementi sono essenziali per le industrie hi-tech occidentali. Un'arma di ricatto nelle mani della Cina

Stati Uniti e Giappone sono preoccupati per la chiusura delle esportazioni di 'terre rare' voluta dalla Cina. Washingtron ha deciso di sollevare la questione davanti a Pechino per eliminare le restrizioni. Le 'terre rare' sono un gruppo di 17 elementi che si trovano quasi esclusivamente in Cina e che sono fondamentali per la produzione di molti apparecchi tecnologici come schermi ultrapiatti, telefonini, pannelli solari, motori ibridi, ma anche dei sistemi di orientamento dei missili.

Secondo Pechino la Cina non vuole usare le 'terre rare' come "merce di scambio", ma solo "coordinare diversi fattori relativi alla produzione e all'esportazione di queste materie, incluse questioni di sviluppo economico, conservazione delle risorse e protezione dell'ambiente", ha dichiarato il portavoce del ministero dell'Industria e della Tecnologia dell'Informazione, Zhu Hongren.

Hillary Clinton ha espresso la speranza che le esportazioni "proseguano inalterate e senza alcuna interferenza", precisando che comunque gli Stati Uniti "e altri Paesi dovranno cercare ulteriori fonti di rifornimento". "È nei nostri interessi commerciali e strategici", ha aggiunto la Clinton. Il Segretario di Stato Usa, in Asia per una serie di incontri, avrà un colloquio con il consigliere di stato cinese per la Politica Estera, Dai Bingguo, con cui discuterà "di una lunga lista di questioni", lista che "sarà accorciata" se Pechino farà un passo indietro sulla questione delle 'terre rare'. Secondo la Clinton le restrizioni di Pechino sono "un segnale di allarme. Essere tanto dipendenti da una sola fonte può creare problemi per ragioni naturali o di altro tipo" ha spiegato.

Il ministro degli Esteri giapponese, Seji Maehara, è sulla stessa linea del segretario di Stato statunitense. Per il politico nipponico è "inappropriato" fare affidamento sulla Cina per il 97 percento dei rifornimenti di 'terre rare'. "Giappone e Stati Uniti coopereranno strettamente l'uno con l'altro per avviare una diplomazia più diversificata", ha concluso.

Parole chiave: cina, giappone, stati uniti, terre rare
Categoria: Risorse, Politica, Popoli, Economia
Luogo: Cina