22/10/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Lo ha dichiarato il ministro del Lavoro

I senatori stanno per votare oggi la riforma delle pensioni in Francia, dopo il ricorso del governo - ieri - alla scorciatoia del "voto bloccato", contestatissima dall'opposizione. E questo nonostante le tre settimane di dibattito e le grandi manifestazioni di piazza che hanno paralizzato il paese. Il ministro del Lavoro, Eric Woerth, ha dichiarato a France 2 questa mattina che la riforma sarà votata "nelle prossime ore". Le due assemblee parlamentari si metteranno subito dopo d'accordo su un testo definitivo e "il voto finale si svolgerà all'Assemblea e al Senato la settimana prossima", ha aggiunto. Secondo la procedura, la riforma dovrebbe diventare definitiva dopo che la commissione mista paritaria di sette senatori e sette deputati avrà trovato un accordo ad inizio settimana su una versione comune.

Intanto, la polizia ha ripreso il controllo della più grande raffineria del paese, bloccata dai manifestanti da dieci giorni. Duri gli scontri con gli scioperanti. Ci sarebbero dei feriti. Almeno dodici. Ma i sindacati non cedono. Previsti altri due giorni di sciopero.

Parole chiave: pensioni
Categoria: Guerra
Luogo: Francia