06/10/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Le comunitÓ esigono che Asuncion rispetti la sentenza della Cidh

L'immediata attuazione della sentenza della Corte Interamericana de Derechos Humanos. Questo chiedono le comunità indigene del Chaco paraguayano dopo che la Corte ha stabilito che Asuncion avrebbe violato in più di una circostanza i diritti indigeni.
Non solo. Il Paraguay è l'unico paese sotto la giurisdizione della Corte ad essere stato condannato per ben tre volte.
L'ultima sentenza condannava il Paese per aver violato i diritti delle comunità sulla proprietà privata, il diritto alla vita e alla persona giuridica. Inoltre, la condanna ha stabilito che lo Stato paraguayano abbia discriminato le comunità indigene.
Ora lo Stato dovrà risarcire le comunità. E per iniziare a farlo dovrà fornire acqua potabile in modo continuativo, programmare una serie di visite mediche per tutti i membri delle comunità, soprattutto donne, bambini e anziani.
Alcuni esponenti dello Stato nel frattempo hanno fatto sapere che l'amministrazione è pronta a obbedire alle predisposizioni della Cidh". Solo una sottolineatura dal palazzo del governo: alcune delle terre che le comunità reclamano fanno parte di un'area protetta.

 

Parole chiave: paraguay, indios, sentenza
Categoria: Diritti
Luogo: Paraguay