04/10/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Ucciso in agguato nuovo vicesindaco di Kandahar. Morti altri due soldati Nato

Almeno quattordici civili sono rimasti uccisi e nove feriti in un bombardamento aereo condotto ieri dall'aviazione Nato nel distretto di Kajaki, provincia meridionale di Helmand. Quattro talebani sono morti nello stesso raid.

Ne ha dato notizia fonti della polizia locale, secondo la quale altri 3 civili sono morti sabato in un altro bombardamento Nato avvenuto nella stessa provincia, nel distretto di Nadalì, costato al vita anche a 17 guerriglieri talebani.

Nella vicina provincia di Kandahar, dove prosegue l'oerazione 'Dragon Strike' delle forze Usa e afgane, i talebani hanno assassinato nel pomeriggio il nuovo vicesindaco del capoluogo, Noor Ahmad Nazari. Ne ha dato notizia Al Jazeera.
Mentre stava rientrando a casa dall'ufficio, quando uomini armati a bordo di motociclette hanno aperto il fuoco contro di lui nel quartiere di Karez. Dopo l'agguato Nazari, raggiunto da diversi proiettili, è stato trasferito in un ospedale della città, dov'è poi deceduto.
Solo il mese scorso l'ex vicesindaco di Kandahar, Azizullah Yarmal, era caduto vittima di un altro agguato.

Il comando Isaf ha annunciato la morte di altri due soldati Nato: uno nel sud a causa di un ordigno artigianale e uno nell'est in uno scontro a fuoco. Dal primo ottobre sono già diecii caduti Nato in Afghanistan.

 

Parole chiave: afghanistan
Categoria: Guerra
Luogo: Afghanistan