28/09/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Chiesto un riscatto di 130mila dollari per liberare gli alunni della scuola internazionale di Abia, nel sud-est del Paese

Hanno assaltato uno scuolabus e hanno rapito 15 alunni della scuola internazionale di Abia, nel sud-est della Nigeria. La polizia locale parla di alcuni uomini armati che hanno rapito i bambini per poi chiedere un riscatto. Gli alunni, sotto i dieci anni, frequentavano l'asilo e le scuole elementari. La nazionalità è ancora ignota, ma tutti i 15 ostaggi erano iscritti alla Abayi International School e il pullman sul quale viaggiavano li stava portando in classe.

Secondo la prima ricostruzione fatta dal conducente dello scuolabus, alcuni uomini armati alla guida di una Toyota Camy avrebbero prima accostato il pullman e poi intimato all'autista di fermarsi. Sotto la minaccia dei fucili l'uomo è sceso dal veicolo. I rapitori lo hanno fatto sdraiare a terra e gli hanno preso il cellulare perché non chiamasse i soccorsi. Alcuni uomini sono saliti sul mezzo e sono scappati rapendo gli alunni.

Dopo l'agguato, avvenuto ieri mattina, i sequestratori hanno contattato il direttore della scuola per chiedere un riscatto di 20 milioni di nara, circa 130.000 dollari.

Il fatto è avvenuto ai margini della zona petrolifera del Delta del Niger, area percorsa da forti tensioni, soprattutto per la presenza dei miliziani del Movimento per l'Emancipazione del Delta del Niger (Mend).

Parole chiave: nigeria, scuolabus, bambini, rapimento
Categoria: Bambini
Luogo: Nigeria