27/09/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Secondo la versione ufficiale Usa, si tratterebbe di miliziani facenti capo a un gruppo islamico che opera in Afghanistan

Gli Stati Uniti hanno condotto un raid aereo in un'area tribale pakistana, al confine con l'Afghanistan. Il bilancio è di trenta presunti insorti islamici uccisi. Almeno secondo le fonti ufficiale Usa. Lo riporta il sito pakistano Dawn. L'attacco è avvenuto sabato 25 settembre. La zona colpita è Nazirah, a otto chilometri dalla frontiera afgana. Si tratta di un'area in cui opera il gruppo islamico che fa capo a Jalaluddin Haqqani, che combatte contro le forze Nato presenti in Afghanistan. I miliziani uccisi avevano condotto il giorno prima un attacco contro le forze Nato in Afghanistan, nella zona di Khost.

Parole chiave: Nazirah, Khost
Categoria: Guerra
Luogo: Pakistan