17/09/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



A nulla sono servite le richieste di sospensione da parte di Usa e Israele

La Russia fornirà missili anti-nave alla Siria. Lo ha detto oggi il ministro della difesa, Anatoly Serdyukov, secondo il quale Mosca intende andare avanti nella vendita di cruise P800 Yakhont a Damasco. Sarebbero così stati vani i tentativi di Usa e Israele di far desistere il Cremlino.

"La questione della vendita di missili alla Siria è stata sollevata nel corso del colloqui con il Segretario alla Difesa Usa Robert Gates", ha spiegato Serdyukov.
Il primo ministro Benjamin Netanyahu aveva cercato di convincere il presidente russo Vladimir Putin a fermare l'accordo. Per Israele quei missili possono essere una minaccia alle proprie navi nel Mediterraneo. Oggi Damasco fornisce missili terra-terra alle milizie di Hezbollah. Se trasferisse anche i missili cruiser questi potrebbero essere utilizzati per colpire le navi con la stella di David. Un eventualità non remota visto che un simile attacco avvene durante la seconda guerra del Libano.

 

Parole chiave: russia, siria, cruise, missili
Categoria: Politica, Popoli, Armi
Luogo: Russia