07/09/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Il magistrato è accusato di aver violato la legge sull'aministia

La Corte Suprema di Madrid ha stabilito oggi all'unanimità che il giudice spagnolo Baltasar Garzon verrà processato per negligenza professionale, a causa della sua inchiesta sulle vittime del franchismo. Il processo si aprirà tra novembre e dicembre.

Garzon si è fatto trasferire al Tribunale Penale Internazione dell'Aja come assistente del procuratore generale, l'argentino Moreno Ocampo. Il caso ha forte risonanza nel Paese data la delicatezza del tema anche se mollti lo vedono come un tentativo di mettere a tacere Garzon, giudice scomodo per i suoi processi contro la corruzione.

Il magistrato e' accusato di aver violato la legge sull'amnestia del 1977 aprendo la prima inchiesta sui crimini commessi dalla dittatura franchista nonostante l'esistenza di una legge di amnistia nei confronti dei gerarchi dell'ex regime. Ai sensi della legge spagnola sull'amnestia, i membri del governo di Francisco Franco non possono essere perseguiti per i crimini commessi durante la guerra civile spagnola o durante il successivo periodo in cui hanno detenuto il potere (1939 - 1975).

 

 

Parole chiave: Madrid, dittatura, legge sull'amnistia
Categoria: Politica, Storia
Luogo: Spagna