19/08/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



La crescita riguarderà soprattutto Cina e India

Uno studio dal titolo "La crescita della classe media in Asia", della Asian Development Bank, pubblicato oggi, afferma che circa 800 milioni di persone potranno essere definite appartenenti alla classe media. Rientrano in questa categoria, in base ai criteri dell'Adb, le persone con una capacità di spesa tra i due e i venti dollari al giorno che hanno studiato, vivono in zone urbane, hanno pochi figli, e sostengono valori progressisti. L'area interessata dalla ricerca non include il Giappone e la Corea del Sud.
La crescita sarà concentrata in Cina e in India, che nel 2030 avranno una popolazione nettamente superiore al miliardo di persone.
Il capo degli economisti della Adb, Jong-Wha Lee, sostiene che la Cina nei prossimi vent'anni passerà da 'maggior produttore a maggior consumatore del mondo'.
Lo studio afferma che si tratterà di una transizione che "potrà presentare numerose sfide ma che offrirà allo stesso tempo opportunità senza precedenti alla regione e al resto del mondo".

Parole chiave: Asia, crescita economica
Categoria: Politica, Costume
Luogo: Cina