19/08/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Sono previste altre violente piogge nelle prossime settimane

Continua l'emergenza in Pakistan. Il direttore regionale dell'Unicef per l'Asia del sud, Daniel Toole, ha spiegato che il fenomeno delle inondazioni non si esaurirà in pochi mesi ma rischia di peggiorare. Anche il Comitato internazionale della Croce Rossa è preoccupato: con un ulteriore mese di piogge monsoniche previste, le alluvioni non sembrano aver raggiunto il picco distruttivo.

"Non ho mai visto un'emergenza così grande, in termini di portata, dimensioni o numero di sfollati. L'Onu stima che ora almeno 15,4 milioni di persone siano state colpite, di cui 7,4 in modo grave", ha detto Toole a Ginevra, in un collegamento telefonico dal Pakistan.  
Stando all'ultimo bilancio che ha reso noto l'Onu, le piogge monsoniche che hanno colpito il Paese hanno causato 1.475 morti e oltre 2 mila feriti. Un milione le case danneggiate o distrutte.

 

 

Parole chiave: Pakistan, alluvioni, emergenza
Categoria: Diritti, Ambiente
Luogo: Pakistan