10/08/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Scrutinati meno della metà dei voti, ma il risultate pare già schiacciante: 93 percento delle preferenze. Sospetti di brogli e complotti

Il presidente uscente del Ruanda, Paul Kagame, si sta avviando verso una schiacciante riconferma. Sulla base di risultati provenienti da 11 dei 30 distretti del paese, Kagame ha ottenuto 1,6 milioni di voti, pari a circa il 93 percento. Lo ha reso noto la Commissione elettorale nazionale. Una situazione già ampiamente prevista da stampa e analisti. Dopo la diffusione della notizia, questa mattina presto, Kagame si è unito a migliaia di suoi sostenitori per festeggiare la vittoria nello Stadio Amaharo, nel centro di Kigali. "Una vittoria dell'Fronte patriottico ruandese è un vittoria per tutto il Ruanda e per tutti i ruandesi", ha gridato alla folla. Lo riporta la Rwanda News Agency. I risultati ufficiali e definitivi dovrebbero esser noti domani. In totale sono stati cinque milioni i ruandesi chiamati a votare nelle seconde elezioni presidenziali dopo le stragi del 1994. Kagame, un tutsi (etnia nel mirino delle violenze hutu di 16 anni fa), aveva già vinto nel 1995 con il 95 percento dei voti. Sono molte le organizzazioni per i diritti civili ad aver gridato ai brogli e al complotto, visto che due degli avversari del presidente sono morti in circostanze misteriorose. Altri sfidanti di Kagame erano tutti in qualche modo legati al suo stesso partito Rpf. La vera opposizione ha inoltre lamentato che le è stato impedito di registrare propri candidati alle presidenziali, mentre alcuni giornali apertamente critici con Kagame sono stati chiusi d'ufficio. "È una farsa, non una libera elezione, perché l'opposizione è esclusa", ha lamentato Victoire Ingabire, capo delle Forze democratiche unite del Ruanda. Kagame ha respinto le accuse, "il popolo ruandese - ha dichiarato, secondo il canale tv arabo Al Jazeera - era libero di partecipare alle elezioni. Non ci sono stati problemi".

Parole chiave: kagame
Categoria: Guerra
Luogo: Ruanda