04/08/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Sarebbe giusto vietare l'uso del velo integrale all'interno delle strutture scolastiche

Il ministro dell'Istruzione svedese si è espresso favorevolmente al diritto da parte dei dirigenti scolastici di imporre il divieto del velo integrale all'interno delle loro strutture.

La motivazione espressa dal ministro Jan Bjorklund per giustificare la sua posizione consiste nell'interazione necessaria che deve sussistere tra insegnanti e studenti e che non deve essere ostacolata da indumenti che coprono il viso. La posizione del ministro è stata criticata da alcuni membri dello stesso partito liberale a cui lui appartiene e ha suscitato la contrarietà del partito di sinistra dell'opposizione. I socialdemocratici hanno invece considerato la questione non rilevante. I sindacati degli insegnanti si sono divisi sull'argomento in seguito anche alla vicenda, nata l'anno scorso, di una ragazza che frequentava una scuola per diventare maestra d'asilo e a cui è stato vietato di indossare il burqa all'interno dell'edificio scolastico. Le autorità giudiziarie a cui la donna si è rivolta per discriminazione non si sono ancora espresse.

Se il governo dovesse approvare il provvedimento la Svezia sarebbe il terzo Paese in Europa, assieme a Belgio e Francia, ad applicare questa politica.

Parole chiave: Svezia, burqa, scuola
Categoria: Donne, Religione
Luogo: Svezia