27/07/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



La Commissione Europea ha dimostrato apprezzamento per l'appoggio manifestato dal premier britannico all'accelerazione del processo di integrazione europea della Turchia

Nel corso della sua visita ad Ankara il capo del governo britannico, David Cameron, ha dimostrato il suo sostegno all'avanzamento del processo di adesione europea da parte della Turchia.

La Commissione Europea ha accolto con favore la notizia da Bruxelles dichiarando che l'accelerazione dell'integrazione dipenderà delle varie riforme che il governo di Ankara dovrà implementare se vorrà rientrare nei parametri richiesti dall'istituzione europea. Dei 35 capitoli di riforme richieste, infatti, solo 13 sono stati realizzati dalla Turchia, l'ultimo dei quali a fine giugno.

Il portavoce della Commissione, Micheal Mann, ha ribadito la sua disponibilità a riaprire i negoziati su nuovi capitoli anche nel corso di quest'anno se verranno rispettate le condizioni necessarie all'allargamento.