23/06/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Israele subirà le conseguenze di un suo eventuale attacco alle navi libanesi dirette a Gaza. È quanto ha scritto il ministro degli Esteri libanese Ali Ashami in una lettera inviata alle Nazioni Unite, dove di legge che "Israele sarà considerato pienamente responsabile di qualsiasi attacco al Libano". Beirut, ha proseguito il capo della diplomazia, "non può proibire a una nave di lasciare i suoi portti se il suo carico, i passeggeri e la destinazione è complementare con la legge libanese". Israele, dal canto suo, ha avvertito che userà "tutti i mezzi necessari" per fermare la flottiglia libanese carica di aiuti umanitari per Gaza. La nave 'Jiulia' è attualmente ferma nel porto di Tripoli e avrebbe già ricevuto il via libera a salpare dal governo. Il ministro dei trasporti libanese Ghazi Aridi, infatti, lunedì aveva detto di aver autorizzato la partenza della nave per Cipro, aggiungendo che lo stato di guerra esistente tra Libano e Israele impedisce alla nave di dirigersi direttamente verso Gaza.

Categoria: Politica
Luogo: Libano