07/06/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



La senatrice Cordoba ha reso pubblico un video in cui gli ostaggi fanno un appello per la loro liberazione e la fine dei rapimenti

Quattro poliziotti e un soldato rapiti dai guerriglieri rivoluzionari delle Farc negli anni Novanta sono ancora in vita, come conferma un video reso pubblico dalla senatrice d'opposizione Piedad Cordoba. Nel filmato, gli ostaggi - Jose Libio Martinez, Edgar Yesid Duarte, Elkin Hernandez Rivas, Alvaro Jose Moreno e Luis Alberto Erazo - chiedono al governo di negoziare con i ribelli il loro rilascio, la liberazione di altri 18 militari presi in ostaggio e il termine dei rapimenti. Martinez è stato rapito assieme al sergente Pablo Emilio Moncayo che è stato rilasciato lo scorso mese dalle Farc, grazie a una trattativa. Hernandez Rivas, nel corso del filmato, ha mandato un toccante messaggio al figlio Johan Steven di 12 anni, nato dopo che il padre era già stato rapito.

Le Farc vorrebbero rilasciare i prigionieri con la condizione di ottenere la scarcerazione di alcuni loro compagni. Sembra confermata l'ipotesi che, la settimana scorsa, le Farc abbiano rapito un ufficiale della marina, dopo uno scontro in cui hanno perso la vita altri quattro marines nella provincia meridionale della Caqueta. Altre cinque persone sono state rinvenute in vita nella giungla nella provincia del Narino. Gli inquirenti ritengono che fossero state rapite da un altro gruppo di ribelli colombiani, l'Esercito di liberazione nazionale (Eln).

Il filmato degli ostaggi ha portato nuovamente l'attenzione pubblica sui rapimenti. Questo avrà certamente ripercussioni sul ballottaggio per le elezioni presidenziali tra l'ex ministro della Difesa Manuel Santos e il candidato ambientalista Antanas Mockus. Secondo i sondaggi, Santos è destinato a vincere. Il suo rapporto e ruolo di anti-Farc potrebbe influenzare il voto ulteriormente a suo vantaggio.

 

 

 

Parole chiave: Colombia, Farc, Mockus, Santos
Categoria: Politica, Popoli
Luogo: Colombia