27/05/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Human Rights Watch denuncia l'arresto di 7 persone: "Il governo teme che rivelino gli abusi e la corruzione o riferiscano notizie censurate".

Human Rights Watch (Hrw) ha denunciato una nuova guerra lanciata dalle autorità vietnamite contro il dissenso on-line, perseguendo i blogger e consentendo attacchi di pirateria informatica contro i siti internet che criticano il governo. In un comunicato di Hrw si legge che "negli ultimi mesi, le autorità vietnamite hanno imprigionato almeno sette blogger indipendenti, sottoponendoli a intesi interrogatori, talvolta abusando psicologicamente dei detenuti". L'organizzazione ha parlato inoltre di "una intensificazione degli attacchi sistematici contro i siti web gestiti da questi ed altri blogger dissidenti". Anche Google e McAfee, (un'importante azienda di software antivirus), hanno confermato la notizia. Il vicepresidente di Human Rights Watch Asia, Phil Robertson, ha detto che: "evidentemente, il governo teme che questi blogger rivelino gli abusi e la corruzione o riferiscano notizie censurate".

Parole chiave: Vietnam, blogger, Human Rights Watch, blog
Categoria: Politica, Armi
Luogo: Vietnam