06/04/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



In diversi quartieri della capitale irachena si sono verificate esplosioni che hanno causato anche decine di feriti e danni agli edifici

Almeno otto esplosioni hanno colpito Baghdad, causando la morte di 34 persone e la distruzione di due edifici. Secondo la tv araba al-Arabiya, tuttavia le vittime sarebbero almeno quaranta. Fonti della sicurezza irachena hanno comunicato che decine di persone sono rimaste ferite, ma il bilancio non è ancora quantificabile. La polizia ha riferito che l'esplosione in Haifa Street, vicino al museo nazionale nel sobborgo di Salhiya, sarebbe stata originata da un attentatore suicida. Nel quartiere si trova la sede del ministero dei Lavori Pubblici, ma sembra che il kamikaze si sia fatto esplodere davanti ad un ristorante.

Nel distretto occidentale di Shula, invece, è stata fatta saltare in aria un'autobomba che ha provocato la morte di almeno due persone e ingenti danni agli edifici. Shula è un'area a forte presenza sciita, già roccaforte dell'Esercito del Mahdi, braccio armato del movimento di Moqtada al-Sadr.

Parole chiave: baghdad, iraq
Categoria: Guerra
Luogo: Iraq